Boccioli di rosa moderna

Boccioli di rosa moderna

Le rose sono piante forti che, al contrario di quanto si pensi, non richiedono molta manutenzione. Avete mai visto altri fiori se non rose ed erbacce nei giardini di case abbandonate? Ecco. Questo è il frutto della loro tenacia e della loro robustezza. Da qui si deduce chiaramente quanto sia semplice curare le rose.

E’ vero, sono spesso attaccate dagli afidi e per cacciarli, se non volete usare un insetticida, potete tirare fuori la vostra pazienza e passare foglie e rami con batuffoli di cotone bagnati di alcol o rendere utili le ortiche che strappate macerandole e spruzzando il risultato sulle vostre rose. E poi, rimedio semplicissimo da attuare, mettete sempre uno spicchio di aglio nella terra vicino alla pianta.

Ci sono stagioni difficili, questo è altrettanto vero, in cui l’umidità e le piogge abbondanti mettono a dura prova anche le rose più rustiche provocando delle malattie funginee. Se le foglie hanno macchie nere, prima piccole e poi grandi, vi trovate di fronte alla ticchiolatura. Potete spruzzarle con acqua, bicarbonato (un cucchiaio per tre litri di acqua) e detersivo per piatti. Il pepe serve invece per tenere lontani i bruchi che si nutrono di foglie e fiori.

Lo so, questo elenco di possibili problemi alle vostre rose vi ha spaventati. In realtà non dovete: curare le rose è molto più semplice di quel che sembra. Lasciate che vengano baciate dal sole (che asciuga l’umidità da loro tanto temuta) e potatele a fine inverno (solitamente questa è un’operazione da eseguire a fine febbraio, ma dipende dal clima dell’anno).

Ah! E parlate alle rose. Tanto.

Rosa Just Joey, ibrido di Tea, fiore 14 cm, anno di creazione 1972

Rosa Just Joey, ibrido di Tea, fiore 14 cm, anno di creazione 1972


2 Comments

  1. Posted luglio 22, 2013 at 12:36 pm | Permalink

    Per le rose arrivo un po’ tardi (sono andata brutalmente di chimica al primo segno di ticchiolatura) ma forse puoi aiutarmi per un’altra cosa: ho le aromatiche sul terrazzo piene di moschine bianche, e non trovo nessun prodotto che si possa usare su piante commestibili. Mi arrendo e lascio che mi mangino le piante o hai qualche rimedio naturale da suggerire? Grazie!

    • admin
      Posted luglio 23, 2013 at 5:49 am | Permalink

      Prova mettendo l’aglio nella terra o spruzzando acqua e bicarbonato. Oppure chiedi al tuo vivaista un prodotto non chimico, ne esistono diversi…sono meno forti di quelli chimici, ovviamente, e il trattamento va ripetuto più spesso. :)
      A presto, Paola

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current day month ye@r *